Zanne d’acqua

Il mare era un ribollire di flutti senza uno schema logico: zanne d’acqua che addentavano l’aria dalle viscere del mare. La forza delle acque scavava il ghiaccio assalendolo e nutrendosene tenacemente, e il crepitio diventava sempre più intenso.

Share This:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *